La Razza Piemontese

Le forme particolarmente pronunciate in corrispondenza della spalla e della (detta infatti “a cavallo”) è entrata a far parte dello standard della Razza bovina Piemontese ed è alla base della denominazione “Vitelloni Piemontesi della coscia”, per la quale è in corso una richiesta di lGP.

Il mantello è grigio o fromentino chiaro nei tori con accentuazione dei peli neri sulla testa, sul collo, sulle spalle e sulle regioni distali degli arti.
Nelle femmine il mantello è bianco o fromentino chiaro con sfumature fino al grigio.
I vitelli alla nascita hanno il mantello fromentino carico.

E’ una razza precoce e longeva dotata di grande adattabilità per cui può essere allevata nei climi più diversi e risponde bene sia all'allevamento stallino sia a quello brado e semibrado.

Il Bue (vitello castrato con almeno tre anni e mezzo di età - “finito in bocca” come si dice il gergo, per dire che ha già otto denti), può raggiungere il peso di 1.200 kg mentre la femmina circa 550 kg.

CARATTERISTICHE

L’Oro Rosso, la carne di Razza Piemontese, è considerata oggi tra le più pregiate al mondo grazie alle ottime caratteristiche nutrizionali e dietetiche, essendo una carne magra, tenera e saporita. Numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato che la carne bovina di Razza Piemontese, dal sapore inconfondibile, è particolarmente povera di grasso: lo 0,5-1% contro il 3% delle altre razze bovine. Si può definire un alimento ottimamente bilanciato dal punto di vista sia dell’apporto totale di grasso (quantità), sia dal punto di vista della distribuzione degli acidi grassi (qualità del grasso). Ha infatti una concentrazione di grassi saturi piuttosto ridotta (37%) ed elevate percentuali di insaturi (63%), dati che hanno influenzato favorevolmente poi gli indici aterogenico e trombogenico, ponendo questo prodotto sugli stessi livelli del pesce. Si contraddistingue inoltre per una scarsa presenza di tessuto connettivo tra le fibre muscolari, che la rende particolarmente tenera alla masticazione.
Macelleria Mauro & Diego - solo carne di Razza Piemontese

Solo carne di Razza Piemontese




Il consorzio di tutela

Il Consorzio di Tutela della Razza Piemontese, è stato infatti individuato dalle Associazioni degli Allevatori e dalle Organizzazioni Professionali come “Ente Proponente” per la richiesta di registrazione di una IGP (Indicazione Geografica Protetta) riguardante la Razza Piemontese.

A questo proposito in data 1 aprile 2009 è stata presentata l’istanza di registrazione della Indicazione Geografica Protetta "Vitelloni Piemontesi della coscia" al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ed alle regioni Piemonte e Liguria.